Una buona manutenzione degli stampi per articoli tecnici in gomma può ridurre decisamente i costi e limitare i fermo macchina.  

La manutenzione per essere considerata valida deve essere: 

  • Anticipata: gli stampi necessitano di monitoraggio continuo per mantenere sempre al top la performance dello stampo per O-ring o articolo tecnico in gomma; 
  • Ragionata: gli operatori devono essere informati e conoscere in modo dettagliato lo stato degli stampi con cui lavorano; 
  • Personalizzata: ogni stampo ha caratteristiche ed esigenze diverse, perciò, va analizzato ogni singolo caso. 

Il manutentore

La figura del manutentore richiede competenza, pratica e professionalità. Un buon manutentore di stampi deve saper intervenire sugli stessi al momento giusto e in qualsiasi situazione. Un ruolo chiave che può essere costruito solo con anni di pratica in azienda, con una formazione continua e con una stretta collaborazione con lo stampista. 

Per prevenire qualsiasi tipo di danno agli stampi e, di conseguenza, agli O-Ring o artcoli tecnici in gomma stampati, è necessario stendere un piano di manutenzione affinché si possa garantire il lavoro in totale sicurezza e con la massima resa.  

 

Tipi di manutenzione

Vi sono varie tipologie di manutenzione: 

  • Manutenzione ordinaria: se l’azienda possiede uno storico degli stampi, è possibile definire il numero massimo di stampate possibili con ogni singolo stampo senza arrivare al punto in cui il suo consumo va a inficiare la qualità del pezzo stampato;
  • Manutenzione straordinaria: se l’azienda non possiede uno storico dello stampo, è ancora più importante la manutenzione. Infatti, succede molte volte che, non riuscendo a mantenere una programmazione della vita dello stampo, gli operatori si accorgono appena prima di avviare un nuovo ciclo di stampaggio, che lo stampo non è più in condizioni ottimali e non può essere utilizzato. Questo comportamento causa blocchi e difficoltà di gestione di urgenze;
  • Manutenzione preventiva: in questo caso, è l’operatore che, quando toglie lo stampo per gomma a fine ciclo di stampaggio, ha il compito di controllare le condizioni dello stampo prima che venga immagazzinato. In tal modo lo stampo, nel momento in cui deve riprendere a stampare è pronto e conforme per ottenere un risultato di qualità. 

Il sistema migliore di manutenzione è, in assoluto, quello preventivo in quanto permette di avere sempre un parco stampi pronto, evitando la manutenzione straordinaria e urgente. 

Sebbene un’ottima manutenzione renda lo stampo più longevo, non è possibile definire una durata di vita dello stampo. È una durata soggettiva che dipende da diversi fattoriad esempio dal tipo di polimero usato, dal metodo di pulizia utilizzato e non per ultimo, dallo stato della cromatura.  

Il nostro Workshop

Per assistere i nostri clienti stampatori e garantire loro una maggiore durata degli stampi, abbiamo messo a disposizione il workshop gratuitoManutenzione stampi”. 

Si tratta di un corso intensivo della durata di 2 ore in cui gli operatori di presse, i capi reparto e tutto il team coinvolto nella produzione riceverà istruzioni precise sulla manutenzione degli stampi.  

Si approfondiranno i temi necessari per migliorare il processo, quali i problemi dovuti all’utilizzo di uno stampo usurato, i controlli e le azioni da fare prima di mettere in pressa uno stampo, le variabili che influenzano il buon risultato in fase di stampaggio, il saper riconoscere quando uno stampo necessita una manutenzione preventiva e molto altro. 

Come manutenere al meglio i tuoi stampi?  

Partecipa al nostro workshop per apprendere le nozioni base sulla corretta manutenzione degli stampi per prevenire fermi macchina e scarti di materialeMaggiori informazioni qui.

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca